Trofeo Pinocchio 2022

Tutto pronto a Palmi per il Trofeo Pinocchio – Memorial Odilia Coccato

02/07/2022

Tipo: Nazionali Disciplina: Targa
Tags: trofeo pinocchio,trofeo pinocchio

Tutto pronto per la Finale Nazionale del Trofeo Pinocchio – Memorial Odilia Coccato. I giovani arcieri dei 21 Comitati Regionali hanno sondato la linea di tiro dello Stadio Giuseppe Lopresti di Palmi. Alle 18 l’apertura e domani mattina la gara in diretta

Sono arrivate le delegazioni da tutta Italia per la Finale Nazionale del Trofeo Pinocchio – Memorial Odilia Coccato. Allo Stadio Giuseppe Lopresti di 
Palmi (Rc) gli oltre 200 arcieri in rappresentanza deiv c21 Comitati Regionali hanno svolto il controllo materiali e sono attesi dalla sfilata che arriverà in centro città per la cerimonia di apertura. 
Domani mattina il via alla gara che sarà seguita in diretta streaming su YouArco e in contemporanea sui canali social FITARCO di facebook, twitter e twitch a partire dalle ore 10,00 circa. 
 

Due argenti ai giochi del Mediterraneo

Giochi del Mediterraneo: doppio argento per l’Italia

01/07/2022

Tipo: Nazionali Disciplina: Targa
Tags: nazionale olimpica

Le prime tre finali di giornata finiscono con due argenti per l’Italia che si trova sempre davanti la Turchia, sia tra le squadre che nel nel mixed team. Nel pomeriggio altre tre possibilità di salire sul podio nell’individuale.

Italia-Turchia è la grande rivalità ai Giochi del Mediterraneo 2022 nel tiro con l’arco. Gli azzurri affrontano la Nazionale turca in tutte e tre le finali della mattinata a Oran, con la squadra maschile, con quella femminile e con il mixed team, senza mai riuscire a spuntarla. Oggi pomeriggio Lucilla Boari e Federico Musolesi si giocheranno l’oro individuale, mentre Mauro Nespoli scenderà in campo per il bronzo.

DUE ARGENTI AZZURRE A SQUADRE – Nel match che vale l’oro a squadre femminile, Lucilla Boari, Tatiana Andreoli e Chiara Rebagliati vengono sconfitte 5-3 da Anagoz, Basaran e Coskun. Le azzurre vanno sotto nel primo set 50-49, poi pareggiano il secondo 53-51, ma vengono di nuovo superate nel terzo 55-53. Mancano quindi sei frecce, serve una vittoria per rimanere nel match, la Turchia però non si fa sorprendere e con il 54-54 chiude la partita. 

Stesso risultato nel mixed team dove Boari-Nespoli sfidano Anagoz-Gazoz perdendo 5-3 e si guadagnano così l’argento. Questa volta sono gli azzurri a partire meglio con il 35-34 del primo parziale, poi però gli avversari salgono di colpi, pareggiano 34-34 il secondo set e vincendo gli ultimi due 38-34 e 36-33 si prendono l’oro.

Resta ai piedi del podio l’Italia maschile con Federico Musolesi, Mauro Nespoli e Alessandro Paoli che perdono la sfida per il bronzo, ancora contro la Turchia (Ak, Gazoz, Yildirmis) allo shoot off 5-4 (27-28). Una questione di centimetri al termine di una sfida che è una vera e propria altalena di emozioni. Italia avanti subito (57-56), poi ripresa (49-51), poi ancora avanti (58-52) e nuovamente riagganciata (53-55). Si va così allo spareggio in cui le frecce italiane centrano due volte il 9 e una l’ 8, mentre quelle turche non escono mai dal “giallo” (9-10-9) e valgono il bronzo. 

Giochi del Mediterraneo 2022

CONI

28/06/2022

Tipo: Nazionali Disciplina: Varie

Le gare dei Giochi del Mediterraneo in pieno svolgimento in Algeria, ad Oran, saranno trasmessi per la prima volta nella storia sulla piattaforma OTT di Italia Team attraverso il sito del CONI.

Un canale tutto dedicato ai Giochi del Mediteranneo e visibile direttamente sul sito del CONI E’la prima volta nella storia che il Comitato Olimpico trasmette attraverso l’OTT Italia Team una competizione internazionale. Una mossa per cercare di dare visibilità a tutte le discipline coinvolte nei prossimi giorni ad Oran, dove in programma a partire da oggi e fino a venerdì, ci saranno anche le gare del tiro con l’arco. 

Sul sito del CONI quindi si potranno seguire le gesta degli azzurri di molte discipline con il palinsesto che è in continuo aggiornamento ed è strettamente legato al Broadcast della televisione algerina. 

Saranno due i canali a disposizioni gratuitamente di tutti gli utenti del sito del Coni con programmazione che si svilupperà su entrambi dal mattino fino alla sera senza soste o quasi. Una scorpacciata di sport quindi per non perdersi nulla di quello che avviene ai Giochi del Mediterraneo.

Coppa master 2022

Stadio Comunale di Pistoia sono stati assegnati nella mattinata i titoli master delle divisioni arco nudo e compound al mattino e quelli del ricurvo nel pomeriggio.

Assegnati i podi della seconda edizione della Coppa Italia Master allo Stadio Comunale di Pistoia. Un vero successo la manifestazione organizzata dagli Arcieri del Micco che, dopo le 72 frecce di qualifica tirate ieri, oggi attraverso i round eliminatori di 12 frecce, ha premiato i migliori delle varie categorie in gara. Al mattino si sono disputate le eliminatorie e finali dell’arco nudo e del compound, mentre nel pomeriggio sono andati sulla linea di tiro gli atleti del ricurvo. 

I PODI DELL’ARCO NUDO
Nell’arco nudo 50-54 anni, dopo essersi guadagnato l’accesso alla sfida per l’oro, sempre tirata con due volée da 6 frecce, si è aggiudicato il titolo maschile Fabio Guglielmon (Kasppa Kosmos Rovereto) superando 98-97 Giuseppe Pinnetta (Archery Club Veglie), mentre la sfida per il bronzo ha premiato Giovanni Cesaretti (Arcieri Augusta Perusia) che mette a segno 96 punti contro gli 86 di Francesco Saviano (Arco Sport Roma). 
La classifica 55-59 anni ha visto invece sul gradino più alto del podio Tonio Mancino (Arcieri Livornesi) che mette sul bersaglio 102 punti contro i 100 di Giuseppe Mangiarulo (Arcieri delle Sei Rose). Bronzo per Franco Marino (Arcieri Borgo al Cornio) che supera con le ultime 12 frecce Angelo Rappelli (Frecce Apuane) 79. Nella categoria 60-64 anni si è guadagnato il primo gradino del podio Loris Degli Esposti (Arcieri Felsinei) che mette a referto 104 punti contro i 92 di Domenica Bonsignore (Cus Roma). Terzo posto per l’altro capitolino, Orazio Alfonsi (Cus Roma), che raggiunge i 93 punti contro gli 89 di Enio gigante (Arcieri Abruzzesi), quarto. 
La categoria arco nudo master femminile, che accorpava in un’unica classifica le atlete delle varie età presenti, ha premiato col primo posto Fabrizia Castagnari (Arcieri Montecassiano) che con 90 punti ha superato Maria Prencipe (Arcieri augusta Perusia), che ha chiuso con 78 punti. Terzo posto per Alessandra Tessari (Arcieri Collegno) mette a segno 78 punti contro i 51 di Gabriella Rey (Arcieri Grand Paradis).  

I PODI DEL COMPOUND
Nel compound maschile, la categoria che metteva in unica classifica gli atleti 50-59 anni e Over 65 ha visto al primo posto Franz Peruzzini (Arcieri Pesaro) che ha segnato sul suo score 112 punti, contro i 111 di Giampaolo Guidi (Ki Oshi Archery). Bronzo per Stefano Rocchini (Gruppo Arcieri Simba) che ha avuto la meglio con 111 punti su Marcio Del Ministro (Arcieri Città di Pescia) con 109. 
Nella categoria 60-64 anni a conquistare il titolo master è stato invece Maurizio Bovini (Arcieri Montalcino) grazie ai 116 punti che superano in finale i 110 realizzati da Roberto Nevischi (Arcieri Livoernesi). Si guadagna la terza piazza Mario Frassati (Arcieri Alpignano) con 113 punti che relegano al quarto posto Pasquale Gallo (Arcieri Città di Pescia) che ha chiuso con 109. 
Nel compound femminile a a vincere l’oro nella classifica unica è stata Anna Norcia (Arco Club Riccione) che ha avuto la meglio con 111 punti su Amalia Stucchi (Arcieri di Malpaga Bartolomeo Colleoni) fermatasi a 108. Bronzo per Barbara Cantoni (Arcieri del Roccolo) che con 108 punti riesce a mettersi alle spalle Patrizia Fusciani (Arco Club Riccione) con 107. 

I PODI DEL RICURVO
Nel ricurvo maschile, 50-54 anni, a vincere il titolo è Federico Gargari (Arcieri Fivizzano) che conclude la finale con 106 punti, lasciando al secondo posto Cristiano Malavasi (Arcieri Re Astolfo) con 97. Bronzo per Palmiro Morini (Arcieri Ugo di Toscana) che conclude l’ultima tornata di frecce con 105, superando Massimiliano Cappello (Arcieri Interamna – Terni), quarto con 100 punti. 
In cima alla classifica 55-59 anni ci sale Marcello Tozzola (Arcieri Bizantini) che, dopo il titolo di classe di sabato, conclude di nuovo primo con 108 punti, gli stessi realizzati dal secondo, Andrea De Nisco (Arcieri Uras), ma a regalare il titolo a Tozzola sono stati i punti totali realizzati nel corso dei due giorni di gara: 1262 contro i 1226 dell’atleta sardo. Il terzo posto va a Cosimo Renna (Arcieri Amici di Reno) che supera Edoardo Quattrocchi (Arcieri Torrevecchia) 110 a 100. 
Per la categoria 60-64 anni a guadagnarsi il primo gradino del podio è stato Fosco Bellè (Castenaso Archery Team) con i 96 punti che superano i 92 realizzati da Pietro Castelli (Vercelli Archery Team), che si guadagna l’argento. Bronzo e menzione speciale per Tonino Zaccagnini (Arco Club Pontino) in gara con dei flettenti che gli sono stati prestati dopo che aveva rotto i suoi, riuscendo con un libbraggio diverso dal consueto a salire lo stesso sul podio grazie ai 95 punti contro i 90 di Doriano Mestroni (Trieste Archery Team).
Tra gli over 65 a guadagnarsi il primo gradino del podio è stato Pasquale Roberto Cipro (Arco Club Pontino) che supera in finale 99 a 89 Augusto Freddi (Arcieri Gonzaga), mentre si guadagna il terzo posto Valerio Canossa (Arciero Cameri) che ha la meglio su Doriano Mestroni (Trieste Archery Team) 95-90. 
Nel ricurvo femminile, la classifica che metteva insieme le categorie 50-54 anni, 60-64 e Over 65, ha visto prevalere la grande Natalia Valeeva, tornata in una competizione ufficiale dopo 6 anni lontana dalla linea di tiro. L’ex campionessa azzurra, attualmente coach della

Titoli Individuali Olimpico Coppa Master 2022

CLASSE RICURVO – Nella categoria 50-54 anni si è imposto Federico Gargari (Arcieri Fivizzano) con 638, secondo posto per Cristiano Malavasi (Arcieri Re Astolfo) con 637, terzo Luca Simonetti (Arcieri Re Bertoldo) con 613. Nel femminile ha ottenuto il miglior punteggio assoluto degli olimpici Natalia Valeeva (Castenaso Archery Team) chiudendo le 72 frecce al primo posto con 653 punti. Alle sue spalle Laura Rismondo (Arco Club Pontino) con 617 e Stefania Franceschelli (Castenaso Archery Team) con 602. 
Tra i 55-59 si aggiudica l’oro Marcello Tozzola (Arcieri bizantini) con 619, il secondo dopo quello vinto nell’arco nudo, argento per Cosimo Renna (Arcieri Amici di Reno) con 608 e bronzo ad Edoardo Quattrocchi (Arcieri Torrevecchia) con 603. Nel femminile vince Rita Ponziani (Arcieri Augusta Perusia) con 578, seguita da Paola Peregrini (Arcieri Città di Pescia) con 574 e da Monica Tomelin (Arcieri Valle di Non e di Sole) con 569. 
Nella categoria 60-64 anni ottiene il primo posto Tito Paris (Castenaso Archery Team) con 612 punti, secondo Luigi Moretta (Arcieri Minerva) con 604 e terzo Pietro Castelli (Vercelli Archery Team) con 588; il podio femminile vede in cima Patrizia Atzeni (Cantarana C5) con 524, seguita da Bruna Rey (Arcieri Gran Paradis) con 521 e da Isabella Di Nardo (Arcieri Montecchi) con 520. 
Tra gli Over 65 si impone Filippo Dolfi (Arcieri Ugo di Toscana) con 607, argento per Pasquale Roberto Cipro (Arco Club Pontino) con 599, bronzo per Alfredo Maresca (Arcieri Catania) con 595. Tra le donne oro per Annunciata Polastri (AGM) con 559 e argento per Lucia Pyronel Ballan (Arcieri Stadium Besozzo) con 405. 

Word Cup

World Cup: Nespoli terzo dopo le qualifiche

22/06/2022

Tipo: Nazionali Disciplina: Targa
Tags: nazionale compound,nazionale olimpica,world cup

Conclusa la seconda giornata di gare a Parigi per la terza tappa di Coppa del Mondo. Nell’olimpico Mauro Nespoli chiude terzo le qualifiche, eliminate le squadre del compound.

E’ Mauro Nespoli a prendersi la scena nella terza tappa di Coppa del Mondo in pieno svolgimento a Parigi. Nella capitale francese l’azzurro conclude al terzo posto le qualifiche dell’arco olimpico e trascina la squadra, reduce da due argenti in Coppa del Mondo e dal titolo europeo, fino al secondo posto. Nel compound i terzetti azzurri vengono eliminati agli ottavi e ai quarti di finale. Domani mattinata dedicata agli scontri a squadre al mattino mentre al pomeriggio ci saranno i primi scontri individuali compound

I RISULTATI DELL’OLIMPICO INDIVIDUALE – Prova da incorniciare per Mauro Nespoli che chiude al terzo posto la qualifica, in rimonta, con 686 punti dietro solamente alla coppia coreana formata da Kim Woojin (694) e Kim Je Deok (689). Ottima anche la gara di Federico Musolesi che si assesta in nona posizione con 678 punti, quarantesimo posto per Michele Frangilli (664) e 74esimo per Alessandro Paoli (648).
Nel primo turno di scontri Federico Musolesi batte 6-0 l’islandese Oliver Omar Ingvarsson, Alessandro Paoli ha la meglio sull’australiano Peter Boukouvalas 6-2 e Michele Frangilli batte 6-4 il brasiliano Gustavo Paulino Dos Santos. Così tutti gli azzurri si qualificano per i trentaduesimi di finale, questi gli accoppiamenti: Paoli-Chih-Chun Tang (TPE), Nespoli-Sajeew De Silva (SRI), Frangilli-Ruman Shana (BAN) e Musolesi-Pablo Acha (ESP)

Le ottime prestazioni individuali lanciano la squadra azzurra (Frangilli, Musolesi, Nespoli) al secondo posto con 2028 punti dietro solo alla Corea del Sud (2061) e davanti agli Stati Uniti (2026). L’Italia è quindi già agli ottavi dove affronterà la vincente di Indonesia-Slovenia. 

Nel femminile è dominio Corea del Sud, la Nazionale asiatica piazza tre atlete ai primi tre posti: Lee Gahyun (675), Kang Chae Young (674) e An San (674). Le azzurre viaggiano quasi tutte sugli stessi punteggi, Lucilla Boari è ventiquattresima con 650 punti come Elisabetta Mijno, venticinquesima, mentre Chiara Rebagliati è ventottesima con 645 e Tatiana Andreoli è trentaduesima con 643. Tutte le azzurre inizieranno la corsa verso le medaglie dai trentaduesimi di finale, Boari contro Rezza Octavia (INA), Mijno contro Ane Marcelle Dos Santos (BRA), Rebagliati contro Deepika Kumari (IND) e Andreoli contro Solomiya Hnyp (UKR).

Nella gara a squadre le azzurre sono settime con 1945 punti, Mijno, Boari e Rebagliati agli ottavi di finale affronteranno la Spagna (Canales, Cebrian, Fernandez Infante). La classifica femminile vede al comando la Corea del Sud con 2023 punti, davanti a Germania (1978) e Taipei (1976).

Nel mixed team l’Italia sarà in campo con Nespoli e Boari che partiranno dall’ottavo posto in qualifica (1336) e agli ottavi se la vedranno con una tra Germania e Svezia. 

I RISULTATI DELLE SQUADRE COMPOUND – Le azzurre Marcella Tonioli, Elisa Bazzichetto ed Elisa Roner agli ottavi di finale hanno avuto la meglio sull’Ucraina (Kardash, Khomutovska, Shkliar) 227-219 ma si sono arrese ai quarti alla Gran Bretagna (Annison, Foster, Gibson) con il risultato di 229-226. 
La squadra maschile formata da Elia Fregnan, Marco Bruno e Leonardo Costantino invece è uscita di scena agli ottavi di finale sconfitta allo shoot off 235-235 (28-29) dalla Slovenia (Brenk, Jevsnik, Modic).