Coppa master 2022

Stadio Comunale di Pistoia sono stati assegnati nella mattinata i titoli master delle divisioni arco nudo e compound al mattino e quelli del ricurvo nel pomeriggio.

Assegnati i podi della seconda edizione della Coppa Italia Master allo Stadio Comunale di Pistoia. Un vero successo la manifestazione organizzata dagli Arcieri del Micco che, dopo le 72 frecce di qualifica tirate ieri, oggi attraverso i round eliminatori di 12 frecce, ha premiato i migliori delle varie categorie in gara. Al mattino si sono disputate le eliminatorie e finali dell’arco nudo e del compound, mentre nel pomeriggio sono andati sulla linea di tiro gli atleti del ricurvo. 

I PODI DELL’ARCO NUDO
Nell’arco nudo 50-54 anni, dopo essersi guadagnato l’accesso alla sfida per l’oro, sempre tirata con due volée da 6 frecce, si è aggiudicato il titolo maschile Fabio Guglielmon (Kasppa Kosmos Rovereto) superando 98-97 Giuseppe Pinnetta (Archery Club Veglie), mentre la sfida per il bronzo ha premiato Giovanni Cesaretti (Arcieri Augusta Perusia) che mette a segno 96 punti contro gli 86 di Francesco Saviano (Arco Sport Roma). 
La classifica 55-59 anni ha visto invece sul gradino più alto del podio Tonio Mancino (Arcieri Livornesi) che mette sul bersaglio 102 punti contro i 100 di Giuseppe Mangiarulo (Arcieri delle Sei Rose). Bronzo per Franco Marino (Arcieri Borgo al Cornio) che supera con le ultime 12 frecce Angelo Rappelli (Frecce Apuane) 79. Nella categoria 60-64 anni si è guadagnato il primo gradino del podio Loris Degli Esposti (Arcieri Felsinei) che mette a referto 104 punti contro i 92 di Domenica Bonsignore (Cus Roma). Terzo posto per l’altro capitolino, Orazio Alfonsi (Cus Roma), che raggiunge i 93 punti contro gli 89 di Enio gigante (Arcieri Abruzzesi), quarto. 
La categoria arco nudo master femminile, che accorpava in un’unica classifica le atlete delle varie età presenti, ha premiato col primo posto Fabrizia Castagnari (Arcieri Montecassiano) che con 90 punti ha superato Maria Prencipe (Arcieri augusta Perusia), che ha chiuso con 78 punti. Terzo posto per Alessandra Tessari (Arcieri Collegno) mette a segno 78 punti contro i 51 di Gabriella Rey (Arcieri Grand Paradis).  

I PODI DEL COMPOUND
Nel compound maschile, la categoria che metteva in unica classifica gli atleti 50-59 anni e Over 65 ha visto al primo posto Franz Peruzzini (Arcieri Pesaro) che ha segnato sul suo score 112 punti, contro i 111 di Giampaolo Guidi (Ki Oshi Archery). Bronzo per Stefano Rocchini (Gruppo Arcieri Simba) che ha avuto la meglio con 111 punti su Marcio Del Ministro (Arcieri Città di Pescia) con 109. 
Nella categoria 60-64 anni a conquistare il titolo master è stato invece Maurizio Bovini (Arcieri Montalcino) grazie ai 116 punti che superano in finale i 110 realizzati da Roberto Nevischi (Arcieri Livoernesi). Si guadagna la terza piazza Mario Frassati (Arcieri Alpignano) con 113 punti che relegano al quarto posto Pasquale Gallo (Arcieri Città di Pescia) che ha chiuso con 109. 
Nel compound femminile a a vincere l’oro nella classifica unica è stata Anna Norcia (Arco Club Riccione) che ha avuto la meglio con 111 punti su Amalia Stucchi (Arcieri di Malpaga Bartolomeo Colleoni) fermatasi a 108. Bronzo per Barbara Cantoni (Arcieri del Roccolo) che con 108 punti riesce a mettersi alle spalle Patrizia Fusciani (Arco Club Riccione) con 107. 

I PODI DEL RICURVO
Nel ricurvo maschile, 50-54 anni, a vincere il titolo è Federico Gargari (Arcieri Fivizzano) che conclude la finale con 106 punti, lasciando al secondo posto Cristiano Malavasi (Arcieri Re Astolfo) con 97. Bronzo per Palmiro Morini (Arcieri Ugo di Toscana) che conclude l’ultima tornata di frecce con 105, superando Massimiliano Cappello (Arcieri Interamna – Terni), quarto con 100 punti. 
In cima alla classifica 55-59 anni ci sale Marcello Tozzola (Arcieri Bizantini) che, dopo il titolo di classe di sabato, conclude di nuovo primo con 108 punti, gli stessi realizzati dal secondo, Andrea De Nisco (Arcieri Uras), ma a regalare il titolo a Tozzola sono stati i punti totali realizzati nel corso dei due giorni di gara: 1262 contro i 1226 dell’atleta sardo. Il terzo posto va a Cosimo Renna (Arcieri Amici di Reno) che supera Edoardo Quattrocchi (Arcieri Torrevecchia) 110 a 100. 
Per la categoria 60-64 anni a guadagnarsi il primo gradino del podio è stato Fosco Bellè (Castenaso Archery Team) con i 96 punti che superano i 92 realizzati da Pietro Castelli (Vercelli Archery Team), che si guadagna l’argento. Bronzo e menzione speciale per Tonino Zaccagnini (Arco Club Pontino) in gara con dei flettenti che gli sono stati prestati dopo che aveva rotto i suoi, riuscendo con un libbraggio diverso dal consueto a salire lo stesso sul podio grazie ai 95 punti contro i 90 di Doriano Mestroni (Trieste Archery Team).
Tra gli over 65 a guadagnarsi il primo gradino del podio è stato Pasquale Roberto Cipro (Arco Club Pontino) che supera in finale 99 a 89 Augusto Freddi (Arcieri Gonzaga), mentre si guadagna il terzo posto Valerio Canossa (Arciero Cameri) che ha la meglio su Doriano Mestroni (Trieste Archery Team) 95-90. 
Nel ricurvo femminile, la classifica che metteva insieme le categorie 50-54 anni, 60-64 e Over 65, ha visto prevalere la grande Natalia Valeeva, tornata in una competizione ufficiale dopo 6 anni lontana dalla linea di tiro. L’ex campionessa azzurra, attualmente coach della

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...